OLI ESSENZIALI E ACQUA AROMATIZZATA

Ciao, oggi vi suggerisco un  altro modo per sfruttare le proprietà degli oli essenziali:

Esiste infatti  un modo sicuro di assumere gli Oli Essenziali per via interna, a condizione che ne vengano rispettate tutte le indicazioni fornite :

 Acque Energizzate con Oli Essenziali

Questo tipo di acque è utile per far lavorare gli Oli Essenziali dall’ interno dell’ organismo, ed in particolare si rivela funzionale per il benessere ed il riequilibrio di alcuni organi quali fegatostomacoreniintestino.

Gli Oli Essenziali  piu indicati da utilizzare per creare questo di tipo di acque sono quelli più tipicamente “commestibili”, come ad esempio gli agrumi, con arancio e limone su tutti, ma anche il finocchio, la menta. Ogni Olio chiaramente svolge una funzione ben precisa e concentrata su uno specifico organo. Vediamone i più diffusi :
– Arancio : per chi soffre di problemi digestivi; utile per riequilibrare stomaco e fegato.
 Limone : usato per disintossicare l’organismo da ogni tipo di scorie; utile ad esempio per i cambi di stagione, o dopo cure particolarmente debilitanti.
– Finocchio : è considerato un potentissimo diuretico (incredibile la sua potenza), ed aiuta l’intestino di coloro che soffrono di stipsi.

 Menta : utile nella stagione estiva (o comunque quando fa molto caldo) perché rinfresca ed aiuta la concentrazione.

Preparazione dell’ Acqua :
Si prende un litro di acqua naturale e ci si mette 2/3 goccia  dell’ Olio Essenziale scelto. Si agita vigorosamente la bottiglia affinché l’acqua assorba bene la sostanza, e ripeteremo questa operazione ogni volta che berremo quest’acqua.

Considerazioni per l’utilizzo :
Alcune particolari indicazioni sono necessarie per poter osservare i migliori effetti da questo tipo di cura: in primo luogo si deve bere il litro di acqua nel corso della giornata e non nel giro di 2 o 3 giorni. Si può arrivare a bere fino a 2 litri di acqua con Olio Essenziale al giorno
Quando si utilizzano queste acque è assolutamente consigliate di seguire dei cicli terapeutici per agevolare una più rapida risposta dell’organismo.

L’acqua energizzata si beve per 6 giorni consecutivi (almeno un litro al giorno), e poi si osserva un giorno di pausa (se non venisse rispettato il giorno di pausa l’organismo andrebbe incontro ad assuefazione) e si ripete per altre 2 settimane, quindi altri 6 giorni più uno di pausa e infine gli ultimi 6 giorni.

L’assunzione di acqua energizzata per 3 settimane (dove la settimana è in realtà composta da 6 giorni anziché 7 per prevenire l’assuefazione) rappresenta un “ciclo”. Si può ripetere il ciclo aspettando però tre settimane, ovvero il periodo di pausa ha la stessa durata del periodo di utilizzo.
Si possono inoltre fare cicli diversificati ; per esempio quando si inizia un periodo di dieta dimagrante può essere utile accompagnare al nuovo regime alimentare una cura con acque energizzate in questo modo : si inizia con un ciclo di 3 settimane con acqua energizzata con Olio Essenziale di Limone per aiutare l’espulsione di tossine dal corpo;

si osserva poi una pausa  e si completa poi con un nuovo ciclo di acqua energizzata questa volta con Olio Essenziale di Finocchio per aiutare l’espulsione di liquidi, quindi per contrastare la ritenzione idrica.

 

 

Autore dell'articolo: esteticacrisalide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *