La cura della pelle dopo le feste – Il Viso

Ciao a tutti, Epifania.. tutte le feste porta via, e se il periodo delle festività da un lato sono da considerarsi un toccasana contro lo stress è altrettanto vero che per spazzare via i segni degli eccessi dal viso, nei primi mesi dell’anno sarà necessario prendere qualche accorgimento!!!!!!   Con l’anno nuovo la parola d’ordine sarà purificazioneUn obiettivo che deve essere perseguito adottando alcuni piccoli accorgimenti e qualche regola che  a aiuterà la Maschera-viso-fai-da-te-per-pelli-grassevostra pelle a ritrovare lo splendore perduto..

Opacità, punti neri, brufoli, sono i segni più comuni lasciati da scorpacciate a base di cibi grassi, bevande alcoliche ed ore piccole. .

  • Come primo step è necessario recuperare il giusto ritmo sonno-veglia, che durante le vacanze avrete dimenticato. “Scambiare la notte per il giorno”, infatti, può essere divertente, ma a lungo andare è causa di quell ’effetto “tirato” e “grigio” che tipicamente contraddistingue il viso di chi non dorme abbastanza.
  • Altra pessima abitudine tipica dei periodi festivi è l’andare a dormire senza togliere il trucco o i residui di smog sulla pelle. Tornare a farlo costituisce un’ottima regola per recuperare in breve tempo una pelle sana e luminosa, che resista al passare del tempo. Riprendete a curarla tutte le sere prima di coricarvi, detergendola con dell’olio di mandorle dolci, tamponandola con un tonico e spalmandovi una crema nutriente .
  • Ripetete l’operazione al risveglio dopo il ricambio cellulare notturno, sostituendo alla crema nutriente, una idratante.rado di fare la differenza…
    IMPORTANTE RICORDARE :L’accumularsi di impurità può fare emergere brufoli e punti neri, fastidiosi ed antiestetici.

I RIMEDI NASCOSTI IN CUCINA

Mentre lasciate che le ore di sonno in più restituiscano alla vostra cute un aspetto più sano, pensate a cosa ingerire per aiutarvi nel vostro percorso depurativo. A questo scopo, la prima alleata della pelle è la camomilla, tanto più efficace, quanto più naturali. Con dei fiori di camomilla essiccati è possibile infatti preparare ottimi infusi  da trasformare in  dalla doppia azione purificante. Dopo averli lasciati a macerare ed averli passati in un colino, potrete bere l’infuso favorendo una naturale pulizia dall ’interno (l’ideale una tazza prima di coricarsi).

Con il liquido ricavato dalla spremitura dei fiori, potete effettuare degli impacchi applicando delle garze imbevute sul viso e sul collo per una ventina di minuti.

E’ possibile inoltre preparare una maschera viso mescolando  all’infuso un paio di cucchiai di amido di riso. Si otterrà un prodotto  da usare come maschera ad azione lenitiva e calmante.
Fra gli effetti più comuni del post feste c’è l’emergere o l’accentuarsi di borse ed occhiaie. Per migliorare la situazione in modo naturale ed economico, ricordatevi di conservare le bustine del tè usate, tenetele a freddare per una notte in frigorifero e applicatele al mattino per una decina di minuti sulle palpebre chiuse.
Per purificare tutto il viso, invece, potete utilizzare il lievito di birra. Scioglietelo in qualche cucchiaio d’acqua e stendetelo direttamente su fronte, guance, naso, mento e collo, oppure, in caso di pelle particolarmente secca, mescolatelo ad una crema idratante neutra.

Lasciate in posa per venti minuti e poi sciacquate.

Fronte, mento e naso sono notoriamente le zone più critiche, dove la pulizia quotidiana dovrà essere ancora più accurata. Anche per i giovanissimi, valgono le regole del dopo lavaggio: applicare un tonico astringente (ma non a base di alcool!) per favorire la chiusura dei pori.

Autore dell'articolo: esteticacrisalide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *